I porcellini

Porcellini di pane 6
Bene riccomi! Oggi maialini! Ahahahaah oggi vi propongo una ricettina sfiziosissima adatta per le feste dei bambini, ne andranno sicuramente matti!  Ho scoperto una mia passione nel farli. Mi piace dare delle forme particolari al pane è davvero divertente. Ho visto questi porcellini in giro per fb e appena visti, mi son detta li devo rifare, cerca che ti ricerca ho trovato la fonte che è questa, detto fatto! Ho apportato delle piccole modifiche alla ricetta.
Ingredienti: 
450g farina di pane
210ml di acqua a temperatura ambiente 
5 g di lievito di birra
40g di strutto a temperatura ambiente
Un cucchiaino di sale
Mini salsicce*
*Per le mini salsicce potete adoperare quelle semistagionate piccoline oppure come ho fatto io la luganega fresca cotte sulla piasta e asciugate il più possibile dal loro grasso e fatte freddare. Avendo provato entrambe le versioni ho trovato che quella fresca rimane più morbida, le salsiccette stagionate invece tendono ad indurire troppo.
Esecuzione:
Mettere la farina nel contenitore della planetaria insieme all’acqua lievito di birra e impastare. Una volta ottenuto un impasto poco lavorato aggiungere il sale e lo strutto poco alla volta. impastare fino a quando avete esaurito lo strutto e avete ottenuto un impasto bello liscio.
A questo punto mettere in una ciotola a lievitare fino al raddoppio dell’impasto. Passato il tempo di lievitazione rovesciare l’impasto sul piano di lavoro e cominciare a ritagliare dei pezzi di impasto di circa 40/50 g e formare delle palline che lascerete riposare per circa 10 minuti, in più per ogni pallina dovete fare due palline piccoline e una leggermente più grande che serviranno per le orecchie e per il naso.
Porcellini di pane
Porcellini di Pane 1
Porcellini di pane 4
Schiacciare le palline e inserire al centro la salsiccetta e richiudere la pallina, la chiusura la metterete sotto e incollare le orecchie e il naso. 
Per fare in modo di formare i buchini del naso infilare degli stuzzicadenti che toglierete appena sfornati i porcellini.
Porcellini di pane 5
Una volta formati i porcellini li metterete su di una teglia sfarete lievitare ancora per circa un’oretta. 
Ora viene il passaggio che io ho omesso, nella ricetta originale per fare gli occhi l’autrice ha usato dei chiodi di garofano, invece io ho usato del patè di olive che ho messo in un cornetto di carta forno e dopo cotti ho fatto gli occhietti. Spennellate con u tuorlo d’uovo con un goccio di latte e infornate a 190° per circa 15 min, ma tenete controllato la cottura dipende dal forno, devono avere un bel colore dorato. 
Appena sfornati togliete gli stuzzicadenti e mettete su di una griglia a raffreddare.

Chiocciole di pane all’olio

Chiocciole di pane 3
Il Pane, la mia passione, il mio relax! Fare il pane per me è un rito è un modo per rilassarmi. Quando impasto non esiste altro, è un ritorno alle origini. Questo pane in particolare lo faccio spessissimo, è semplice e morbido e in casa ha avuto il riscontro di tutti, piace molto. Sono dei panini all’olio anche molto semplici da fare e per la merenda dei bambini e non solo, sono l’ideale. 
Ingredienti:
500 g di farina 00 (personalmente uso la farina tipo 1)
250 g di acqua ( se usate una farina tipo 1 invece della 00 dovete aggiungere qualche grammo in più di acqua, le farine meno raffinate assorbono più acqua)
50 g di olió extravergine di oliva
1 cucchiaino di malto (In assenza di malto un cucchiaino di miele o zucchero)
10 g di sale 
4/5 g di lievito di birra 
Procedimento:
Personalmente faccio l’impasto la sera prima e lo metto in frigo. La mattina seguente lo tiro fuori e faccio lievitare fino al raddoppio prima della formazione dei panini. Questo passaggio della sera prima si può evitare, ma si deve tener conto che se si vuole realizzare questo pane si deve cominciare per tempo, la presenza di poco lievito aumenta i tempi di lievitazione.
Nella planetaria mettere la farina, metà dell’acqua, il malto e il lievito di birra e cominciare ad impastare, man mano che si forma l’impasto aggiungere l’acqua e pio il sale a questo punto lasciare impastare per bene fino a che l’impasto diventa bello omogeneo. Iniziamo ora con la parte un pochino delicata, cioè quella dell’aggiunta dell’olio, bisogna aggiungerlo molto lentamente e poco per volta in modo da non far rompere l’impasto e di conseguenza la maglia glutinica. Finito l’inserimento dell’olio lasciare impastare per una decina di minuti, togliere dalla planetaria lavorare l’impasto in modo da formare una palla e mettere a lievitare, fino al raddoppio, in un contenitore coperto. 
Pane chiocciola 1
Una volta lievitato l’impasto rovesciarlo su un tavolo da lavoro e ricavare dei pezzi da circa 80 g e poi formare delle palline che dovranno riposare per 10 minuti. Trascorso il tempo potete dare la forma che volete a questi panini, farli come ho fatto io a chiocciola, potete farli a treccia o appiattite le palline e poi arrotolare e dare la classica forma a panino allungato, insomma potete sbizzarrirvi 😉
Chiocciole di pane 2
Grazie a tutti e alla prossima, Antonietta.

Pane Katmer

 

Pane turco 2
Bene, arieccomi, dopo tanto riesco a postare una ricetta. la mia latitanza per chi lo sa è dovuta ai numerosi impegni dovuti alla costruzione della nuova casa che sta prendendo tutte le mie energie oltre ai figli, il lavoro, ecc. Insomma è pur vero che la casa nuova è una cosa emozionante e molto bella, ma arrivarci è una immensa fatica, tutto che si accavalla e tutto da seguire. Ora, bando alle ciance, questa è l’ennesima ricetta collettiva del gruppo “In cucina con me” che con mia enorme gioia cresce di giorno in giorno.
Pane turco
Questo mese la ricetta è un pane turco Pane Katmer. Un pane davvero davvero buono, si mangia che è una bellezza anche da solo. Qualche piccolissima modifica l’ho fatta alla ricetta originale, sia negli ingredienti che nel procedimento. Intendiamoci niente di stravolgente.
Pane turco 1
Passiamo alla ricetta.
500 gr farina 1
200 gr latte
100 gr olio d’oliva leggero (no extravergine)
2 g di lievito compresso (di birra per intenderci)
1 albume
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di zucchero
Se volete farcirli scegliete quello che volete. Le ragazze nel gruppo hanno avuto molta fantasia sia nel dolce che nel salato.
50gr burro fuso per spenellare
latte e tuorlo x spennellare
Semi a piacere
Pane turco 3
Passiamo al procedimento
Fare un poolish con il latte, stessa quantità di farina e i 2 g di lievito. Sciogliere il lievito nel latte e impastare con la farina e lasciare fermentare per almeno 12 ore. Trascorso il tempo, mettere nella planetaria la farina restante, il poolish, lo zucchero, l’albume e azionare la planetaria con gancio. Quando l’impasto comincia a formarsi aggiungere il sale e l’olio poco alla volta facendo bene attenzione a non romper l’incordatura dell’impasto. Lasciare andare la planetaria fino a quando l’impasto è bello liscio, e tutto incordato sul gancio, solo a questo punto la maglia glutinica è bella che formata. A questo punto prendere l’impasto e lavorarlo leggermente con le mani e formare una palla che si mette a lievitare in una ciotola coperta con pellicola fino al raddoppio.
Pane turco 4
Dopo la lievitazione, prendere l’impasto (che nel mio caso pesava circa 900 g ) e dividere in parti uguali e fare delle palline. Lasciare riposare circa 10 minuti e stendere le palline sottili circa 2 mm.
Pane turco 5
Una volta stese cominciare a spennellare la prima con abbontante burro fuso e adagiarci sopra la seconda sfoglia e un’altra spennellata di burro e continuare così fino a che non sono finite le sfoglie. Una volta terminata questa operazione passare la “torretta” per una decina di minuti in frugo in modo da rassodare il burro.
Riprendere le sfoglie e cominciare a stenderle. Arrivare ad un diametro di circa 50/60 cm
Pane turco 6
A questo punto, tagliare il cerchio e formare dei triangoli come dei raggi di una bicicletta. Tagliate prima in 4, poi dividere ancora si otterranno 16 pezzi.
Pane turco 7
A questo punto prendere un triangolo e piegare verso l’interno e arrotolare a forma di cornetto.
Disporre i cornetti su teglia da forno, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio. Una volta lievitati spennellare con stessa quantità di tuorlo e latte e se si vuole cospargere di semi a piacere.
infornare con forno caldo a 200° per circa 15 minuti, ma tenete controllato, ogni foro è diverso dall’altro.
Ciao a tutti a presto.