I porcellini

Porcellini di pane 6
Bene riccomi! Oggi maialini! Ahahahaah oggi vi propongo una ricettina sfiziosissima adatta per le feste dei bambini, ne andranno sicuramente matti!  Ho scoperto una mia passione nel farli. Mi piace dare delle forme particolari al pane è davvero divertente. Ho visto questi porcellini in giro per fb e appena visti, mi son detta li devo rifare, cerca che ti ricerca ho trovato la fonte che è questa, detto fatto! Ho apportato delle piccole modifiche alla ricetta.
Ingredienti: 
450g farina di pane
210ml di acqua a temperatura ambiente 
5 g di lievito di birra
40g di strutto a temperatura ambiente
Un cucchiaino di sale
Mini salsicce*
*Per le mini salsicce potete adoperare quelle semistagionate piccoline oppure come ho fatto io la luganega fresca cotte sulla piasta e asciugate il più possibile dal loro grasso e fatte freddare. Avendo provato entrambe le versioni ho trovato che quella fresca rimane più morbida, le salsiccette stagionate invece tendono ad indurire troppo.
Esecuzione:
Mettere la farina nel contenitore della planetaria insieme all’acqua lievito di birra e impastare. Una volta ottenuto un impasto poco lavorato aggiungere il sale e lo strutto poco alla volta. impastare fino a quando avete esaurito lo strutto e avete ottenuto un impasto bello liscio.
A questo punto mettere in una ciotola a lievitare fino al raddoppio dell’impasto. Passato il tempo di lievitazione rovesciare l’impasto sul piano di lavoro e cominciare a ritagliare dei pezzi di impasto di circa 40/50 g e formare delle palline che lascerete riposare per circa 10 minuti, in più per ogni pallina dovete fare due palline piccoline e una leggermente più grande che serviranno per le orecchie e per il naso.
Porcellini di pane
Porcellini di Pane 1
Porcellini di pane 4
Schiacciare le palline e inserire al centro la salsiccetta e richiudere la pallina, la chiusura la metterete sotto e incollare le orecchie e il naso. 
Per fare in modo di formare i buchini del naso infilare degli stuzzicadenti che toglierete appena sfornati i porcellini.
Porcellini di pane 5
Una volta formati i porcellini li metterete su di una teglia sfarete lievitare ancora per circa un’oretta. 
Ora viene il passaggio che io ho omesso, nella ricetta originale per fare gli occhi l’autrice ha usato dei chiodi di garofano, invece io ho usato del patè di olive che ho messo in un cornetto di carta forno e dopo cotti ho fatto gli occhietti. Spennellate con u tuorlo d’uovo con un goccio di latte e infornate a 190° per circa 15 min, ma tenete controllato la cottura dipende dal forno, devono avere un bel colore dorato. 
Appena sfornati togliete gli stuzzicadenti e mettete su di una griglia a raffreddare.

Brioche alla salvia

brioche alla salvia 8
Voglio far partecipe tutti voi di una bella novità di questi giorni. Finalmente sono iniziati i lavori della mia nuova casa, dopo tanto disperare tra burocrazia lungaggini, banche ecc. vi assicuro che questo inizio è stato tanto, tanto sofferto! Ora però tutto scorre e speriamo che per Natale dell’anno prossimo posso scrivervi un post della e nella casa nuova. Tanta è la voglia di andare lì che già faccio i pacchetti, tutti gli acquisti durante le vacanze e durante qualche rara uscita di shopping è fatta e studiata per la nuova casa. Quanto l’abbiamo desiderata, pensata e a tratti anche sofferta, ma ora è arrivato il momento, finalmente. ognuno di noi ha un motivo ben preciso e un desiderio diverso per volere fortemente casa nuova. Mio figlio Matteo, il giardino grande dove Zagor può correre contento, Pierpaolo, bhè lui nè ha talmente tanti che non sa decidere quale è il più forte, ma lui è fatto così non si concentra e decide mai su niente, il maritozzo, lui il suo studio e la privacy di una casa singola e io? Bhè me lo chiedete? Il forno a legna e la mia cucina, che a dire la verità saranno 2, quella della casa e quella della piccola depandance/taverna. Non vedo l’ora, ve lo assicuro, ora però penso a come organizzare il tutto e vi assicuro che mi porta via tantissimo tempo e fatica. 
Ma passiamo alla ricetta di oggi, è una brioche salata che è una ricetta della dolcissima Alessandra, anche lei conosciuta su fb, ma che sento appartenere alla mia vita, accomunate ad una passione per la famiglia e per la cucina. E’ una brioche buonissima e dal sapore deciso della salvia che sposa benissimo con i salumi, in questo caso, home made fatti lo scorso anno con la mia mamma e sorella e chiaramente la collaborazione di tutta la famiglia. 
brioche con salvia 10
Ingredienti:

500 gr di manitoba
80 gr di burro (ho usato quello leggermente salato)
10 gr di lievito di birra in panetto (120 g di lievito madre)
un bel ciuffetto di salvia
2 uova
200 ml di latte
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
brioche alla salvia 9
Preparazione:

Montare il gancio k alla planetaria

Sciogliere il lievito nel latte e versare nella ciotola della planetaria, aggiungere metà della farina e cominciare ad amalgamare.
Sbattete leggermente le uova con una forchetta e versare 1/3 nell’impasto, fate assorbire e aggiungete lo zucchero e un pò di farina. Ancora 1/3 di uova, fate assorbire, il sale e poi ancora farina.
Continuate con le uova restanti, fate assorbire e aggiungete il resto della farina e fate impastare bene. Quando l’impasto sarà sodo ed elastico e che si stacca dalle pareti della planetaria, aggiungete il burro a pezzetti uno alla volta solo quando sarà assorbito il pezzetto precedente aggiungete il successivo, questo passaggio è importantissimo perché se mettete il burro tutto insieme rischiate di rovinare tutta la maglia glutinica dell’impasto, compromettendo tutta la ricatta,procedete fino a quando non avete esaurito tutto il burro. Quando l’impasto sarà incordato, lo capirete perché sarà completamente staccato dalla ciotola della planetaria togliete la frusta  k e mettete il gancio, impastate alla velocità 1.5 fino a che l’impasto è completamente staccato dalle pareti e sarà tutto omogeneo intorno al gancio (ci vorranno circa 30 minuti). A questo punto aggiungete la salvia che avrete lavato, asciugato e tagliato a pezzettini in tutto circa 15 g, fate amalgamare per bene.
Togliete l’impasto dalla ciotola e formate una palla e mettete in una ciotola coperta con pellicola a lievitare fino al raddoppio. Il tempo dipenderà dal lievito che usate e se usate il lievito madre dipende dalla forza che ha e dalla temperatura esterna. Mettete, preferibilmente, la ciotola in forno con la lucina accesa.
Passato il tempo della lievitazione, riprendere l’impasto e appiattito leggermente e tagliare delle strisce che poi appiattirete ancora e arrotolerete per dare la delle roselline e poi sistemerete dentro una teglia leggermente imburrata e distanziate tra loro.
Lasciate lievitare ancora fino al raddoppio.
Infornate a 180° per 40 minuti circa, ma dipende molto dal vostro forno, quindi tenete controllato. Togliete dalla teglia e lasciate raffreddare su di una griglia. Servite con salumi.

Brioche con salvia
brioche alla salvia 1
brioche alla salvia 2
brioche alla salvia 3
brioche alla salvia 4
brioche alla salvia 5
brioche alla salvia 6
brioche alla salvia 7

Ciao a tutti!