Pane Katmer

 

Pane turco 2
Bene, arieccomi, dopo tanto riesco a postare una ricetta. la mia latitanza per chi lo sa è dovuta ai numerosi impegni dovuti alla costruzione della nuova casa che sta prendendo tutte le mie energie oltre ai figli, il lavoro, ecc. Insomma è pur vero che la casa nuova è una cosa emozionante e molto bella, ma arrivarci è una immensa fatica, tutto che si accavalla e tutto da seguire. Ora, bando alle ciance, questa è l’ennesima ricetta collettiva del gruppo “In cucina con me” che con mia enorme gioia cresce di giorno in giorno.
Pane turco
Questo mese la ricetta è un pane turco Pane Katmer. Un pane davvero davvero buono, si mangia che è una bellezza anche da solo. Qualche piccolissima modifica l’ho fatta alla ricetta originale, sia negli ingredienti che nel procedimento. Intendiamoci niente di stravolgente.
Pane turco 1
Passiamo alla ricetta.
500 gr farina 1
200 gr latte
100 gr olio d’oliva leggero (no extravergine)
2 g di lievito compresso (di birra per intenderci)
1 albume
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di zucchero
Se volete farcirli scegliete quello che volete. Le ragazze nel gruppo hanno avuto molta fantasia sia nel dolce che nel salato.
50gr burro fuso per spenellare
latte e tuorlo x spennellare
Semi a piacere
Pane turco 3
Passiamo al procedimento
Fare un poolish con il latte, stessa quantità di farina e i 2 g di lievito. Sciogliere il lievito nel latte e impastare con la farina e lasciare fermentare per almeno 12 ore. Trascorso il tempo, mettere nella planetaria la farina restante, il poolish, lo zucchero, l’albume e azionare la planetaria con gancio. Quando l’impasto comincia a formarsi aggiungere il sale e l’olio poco alla volta facendo bene attenzione a non romper l’incordatura dell’impasto. Lasciare andare la planetaria fino a quando l’impasto è bello liscio, e tutto incordato sul gancio, solo a questo punto la maglia glutinica è bella che formata. A questo punto prendere l’impasto e lavorarlo leggermente con le mani e formare una palla che si mette a lievitare in una ciotola coperta con pellicola fino al raddoppio.
Pane turco 4
Dopo la lievitazione, prendere l’impasto (che nel mio caso pesava circa 900 g ) e dividere in parti uguali e fare delle palline. Lasciare riposare circa 10 minuti e stendere le palline sottili circa 2 mm.
Pane turco 5
Una volta stese cominciare a spennellare la prima con abbontante burro fuso e adagiarci sopra la seconda sfoglia e un’altra spennellata di burro e continuare così fino a che non sono finite le sfoglie. Una volta terminata questa operazione passare la “torretta” per una decina di minuti in frugo in modo da rassodare il burro.
Riprendere le sfoglie e cominciare a stenderle. Arrivare ad un diametro di circa 50/60 cm
Pane turco 6
A questo punto, tagliare il cerchio e formare dei triangoli come dei raggi di una bicicletta. Tagliate prima in 4, poi dividere ancora si otterranno 16 pezzi.
Pane turco 7
A questo punto prendere un triangolo e piegare verso l’interno e arrotolare a forma di cornetto.
Disporre i cornetti su teglia da forno, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio. Una volta lievitati spennellare con stessa quantità di tuorlo e latte e se si vuole cospargere di semi a piacere.
infornare con forno caldo a 200° per circa 15 minuti, ma tenete controllato, ogni foro è diverso dall’altro.
Ciao a tutti a presto.

12 pensieri riguardo “Pane Katmer”

  1. Bellissimo e buonissimo questo pane ed e' vero che con i ripieni ci si puo' sbizzarrire.Me lo appunto tra le cose da provare. Grazie.
    OT il libro di cui parlavo nel mio post sulle polpette di zucchina e' scritto in inglese ma e' abbastanza comprensibile, specie la parte ricette, anche da chi, come me, non ha una perfetta conoscenza della lingua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *