Brioche alla salvia

brioche alla salvia 8
Voglio far partecipe tutti voi di una bella novità di questi giorni. Finalmente sono iniziati i lavori della mia nuova casa, dopo tanto disperare tra burocrazia lungaggini, banche ecc. vi assicuro che questo inizio è stato tanto, tanto sofferto! Ora però tutto scorre e speriamo che per Natale dell’anno prossimo posso scrivervi un post della e nella casa nuova. Tanta è la voglia di andare lì che già faccio i pacchetti, tutti gli acquisti durante le vacanze e durante qualche rara uscita di shopping è fatta e studiata per la nuova casa. Quanto l’abbiamo desiderata, pensata e a tratti anche sofferta, ma ora è arrivato il momento, finalmente. ognuno di noi ha un motivo ben preciso e un desiderio diverso per volere fortemente casa nuova. Mio figlio Matteo, il giardino grande dove Zagor può correre contento, Pierpaolo, bhè lui nè ha talmente tanti che non sa decidere quale è il più forte, ma lui è fatto così non si concentra e decide mai su niente, il maritozzo, lui il suo studio e la privacy di una casa singola e io? Bhè me lo chiedete? Il forno a legna e la mia cucina, che a dire la verità saranno 2, quella della casa e quella della piccola depandance/taverna. Non vedo l’ora, ve lo assicuro, ora però penso a come organizzare il tutto e vi assicuro che mi porta via tantissimo tempo e fatica. 
Ma passiamo alla ricetta di oggi, è una brioche salata che è una ricetta della dolcissima Alessandra, anche lei conosciuta su fb, ma che sento appartenere alla mia vita, accomunate ad una passione per la famiglia e per la cucina. E’ una brioche buonissima e dal sapore deciso della salvia che sposa benissimo con i salumi, in questo caso, home made fatti lo scorso anno con la mia mamma e sorella e chiaramente la collaborazione di tutta la famiglia. 
brioche con salvia 10
Ingredienti:

500 gr di manitoba
80 gr di burro (ho usato quello leggermente salato)
10 gr di lievito di birra in panetto (120 g di lievito madre)
un bel ciuffetto di salvia
2 uova
200 ml di latte
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
brioche alla salvia 9
Preparazione:

Montare il gancio k alla planetaria

Sciogliere il lievito nel latte e versare nella ciotola della planetaria, aggiungere metà della farina e cominciare ad amalgamare.
Sbattete leggermente le uova con una forchetta e versare 1/3 nell’impasto, fate assorbire e aggiungete lo zucchero e un pò di farina. Ancora 1/3 di uova, fate assorbire, il sale e poi ancora farina.
Continuate con le uova restanti, fate assorbire e aggiungete il resto della farina e fate impastare bene. Quando l’impasto sarà sodo ed elastico e che si stacca dalle pareti della planetaria, aggiungete il burro a pezzetti uno alla volta solo quando sarà assorbito il pezzetto precedente aggiungete il successivo, questo passaggio è importantissimo perché se mettete il burro tutto insieme rischiate di rovinare tutta la maglia glutinica dell’impasto, compromettendo tutta la ricatta,procedete fino a quando non avete esaurito tutto il burro. Quando l’impasto sarà incordato, lo capirete perché sarà completamente staccato dalla ciotola della planetaria togliete la frusta  k e mettete il gancio, impastate alla velocità 1.5 fino a che l’impasto è completamente staccato dalle pareti e sarà tutto omogeneo intorno al gancio (ci vorranno circa 30 minuti). A questo punto aggiungete la salvia che avrete lavato, asciugato e tagliato a pezzettini in tutto circa 15 g, fate amalgamare per bene.
Togliete l’impasto dalla ciotola e formate una palla e mettete in una ciotola coperta con pellicola a lievitare fino al raddoppio. Il tempo dipenderà dal lievito che usate e se usate il lievito madre dipende dalla forza che ha e dalla temperatura esterna. Mettete, preferibilmente, la ciotola in forno con la lucina accesa.
Passato il tempo della lievitazione, riprendere l’impasto e appiattito leggermente e tagliare delle strisce che poi appiattirete ancora e arrotolerete per dare la delle roselline e poi sistemerete dentro una teglia leggermente imburrata e distanziate tra loro.
Lasciate lievitare ancora fino al raddoppio.
Infornate a 180° per 40 minuti circa, ma dipende molto dal vostro forno, quindi tenete controllato. Togliete dalla teglia e lasciate raffreddare su di una griglia. Servite con salumi.

Brioche con salvia
brioche alla salvia 1
brioche alla salvia 2
brioche alla salvia 3
brioche alla salvia 4
brioche alla salvia 5
brioche alla salvia 6
brioche alla salvia 7

Ciao a tutti!

12 pensieri riguardo “Brioche alla salvia”

  1. Mi piace da morire il fatto che tu abbia usato la salvia nell'impasto.. ma più di tutti adoro quelle rose, sono particolarissime e le devo assolutamente copiare! Bravissima:)
    Sono proprio contenta del tuo trasloco, sarai tutta elettrizzata.. curiosissima di vedere la casa nuova..
    Baci e buon week end lungo:**

  2. e lo già detto che sei bravissima? te lo ridico di nuovo che tanto non guasta di certo ^^ bravissima 🙂

    ^^
    anche io non vedo l'ora di vedere la tua nuovA CASETTA in bocca al lupo <3

  3. ciao Antonietta e scopro per caso che hai un blog ed anche molto bello!!! mi piace questa brioche alla salvia, sei molto brava e ti faccio tantissimi auguri per la nuova casina e mi raccomando alle cucine super attrezzate 🙂 un abbraccio, Ros

  4. La salvia è unapianta aromatica meravigliosa però non sai mai come usarla…..mi piace questa brioche…ma soprattutto voglio vedere il forno a legna quando sarà prontooooo!

  5. che buoni questi paninetti morbidi. complimenti x la tua nuova casa, è bellissimo vedere passo passo la propria casetta che si fa, è una gran soddisfazion e. aspettiamo il tuo post con il titolo "dalla nuova casa"!! tanti auguri maggie

  6. Una meraviglia la tua brioche! Vorrei rifare tutte le tue ricette che trovo bellissime e sicuramente buone. Ogni 5 giorni rinfresco il mio lievito madre e preparo il pane. Tra poco inizierò a preparare il pane ripieno per Natale e sicuramente verrò a consultare il tuo bellissimo blog! Un bacio

  7. Tanti carissimi auguri per la vostra casa dei sogni, che possa essere davvero come voi la desiderate!
    Meravigliosa la brioche. Non oso pensare alle ghiottonerie che usciranno dal tuo forno a legna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *