Tortellini

Ci provo.

Questa è la premessa a questo post. Adoro la cucina a 360°, la amo tutta e non c’è qualcosa che non preferisco fare, ma ci sono cose che mi danno più soddisfazione, una di queste è la pasta, sentirla formare tra le mani, darle una forma, è per me un’esperienza trascendentale. Insomma mi piace fare la pasta in casa 😉
In questo caso però la sfida è ardua, è una pasta della tradizione e non mia, ma dell’Emilia Romagna e si sa gli emiliani in cucina non li batte nessuno e come tutti sono orgogliosi delle proprie tradizioni e quando si parla di tortellini bhè, allora va portato rispetto e si fa la riverenza. Comunque sia, ho, nel mio piccolo, provato a replicare i tortellini, in quel dell’Abruzzo 😉
Spero solo di non dissacrare la ricetta.
Ingredienti per il ripieno:
100 g di lombo di maiale
50 g di vitello (la mia amica Paola di Modena, mi ha detto che lei non lo mette, quindi se volete ometterlo aggiungete 50 g di lombo di maiale)
un cannolo di salsiccia
100 g di mortadella
100 g di prosciutto crudo
100 g di parmigiano
1/2 cucchiaio di pangrattato
1 uovo
una generosa grattata di noce moscata
Per la pasta:
4 uova grandi
400 g di farina
Per il ripieno:
Mettete poco olio nella pentola e mettete la carne in pezzi grandi e la salsiccia privata di pelle (io ho messo anche mezzo scalogno piccolo e una foglia di alloro, per insaporire), fate cuocere. Una volta cotta la carne, eliminate l’alloro, tagliatela a pezzi piccoli e frullatela con tutti gli ingredienti insieme. Io ho fatto così, ma sempre Paola, mi ha consigliato di macinarla con mortadella e prosciutto per due volte e poi mischiare con gli altri ingredienti.
Per la pasta:
Disporre a fontana la farina e disporci al centro le uova. Impastare gli ingredienti fino a formare un impasto sodo e liscio. Lasciare riposare coperto con una ciotola per una ventina di minuti.
Formatura tortellini:
Una volta passato il tempo di riposo prelevarne un pezzo di pasta e stenderla. Vi consiglio di non stendere tutta la pasta insieme perché tende a seccare e per far in modo di far attaccare i tortellini, la pasta deve essere umida. Quindi stendetene un pezzo per volta.

Fate i quadratini di 4, 4,5 cm per lato e mettete al centro una piccola quantità di ripieno e chiudete gli angoli opposti e fate aderire bene, bene i lati a formare un triangolo. Una volta formato il triangolo tirate in su l’angolo superiore,fate passare intorno all’indice i due lati lunghi della pasta e fateli aderire per bene.

Avete così formato il tortellino 😀
Spero di essere stata chiara.
Ciao a presto.

Paccheri ripieni ricotta e scamorza affumicata

Paccheri ripieni di ricotta

Queste domeniche di primavera fanno venire voglia di vivere le giornate appieno! Si piantano le piantine aromatiche e i balconi cominciano a vivere di vita propria, il sole riscalda i visi e l’anima e viene voglia di stare fuori. La domenica non viene voglia di cucinare, ma non si vuole rinunciare alle coccole che solo il cibo domenicale sa fare, ma si ha voglia anche di cibi più “leggeri”.Dopo la mattinata a gratificarsi col sole e dopo l’ora di ritardo (causa cambio orario) si deve mangiare. Un piatto veloce, ma confortevole e allo stesso tempo che comincia ad avvicinasi al cibo leggero che si ha voglia di mangiare in questa stagione per ricominciare a pensare ad una forma fisica da rimettere a puntino. 
Paccheri ripieni
Paccheri ripieni di ricotta e salsa alla salsiccia
400 g di paccheri
400 g di ricotta
400 g di provola affumicata (o mozzarella)
mazzo di prezzemolo
1 uovo
una manciata di parmigiano
salsa di pomodoro qb
200 g di salsiccia
cipolla
uno spicchio d’aglio
olio extravergine di oliva
sale e pepe qb
vino bianco pre sfumare
Preparate un soffritto con la cipolla tritata, aggiungere la salsiccia sgranata e l’aglio sfumare con vino bianco e lasciare evaporare. Aggiungere la salsa e lasciare cuocere.
Preparare il ripieno mischiando la ricotta con la provola tagliata a cubetti molto piccoli, il parmigiano, l’uovo e il prezzemolo tritato. 
Buttare i paccheri nell’acqua salata che bolle e cuocere fino a metà cottura. Freddarli con acqua fredda e riempire i paccheri col composto di ricotta e scamorza, per comodità faccio con un sac a poche. Disporli in una pirofila con un fondo di salsa e una volta fatto lo strato ricoprire con il resto della salsa. 
Si possono usare anche conchiglioni o qualsiasi pasta si presti ad essere riempita.
Paccheri ripieni
Buon appetito!