Fiore di mamma

fiore_di_mamma copia 1
Questo post avrei dovuto scriverlo un bel po’ di tempo fa, ma molti avvenimenti e non positivi mi hanno costretto a trascurare il blog e tutti voi che mi seguite. Non mi dilungo in questioni, alquanto futili, ma che mi hanno portato non poco dolore.
Ora comunque è il momento di girare pagina per me e quale cosa migliore se non un post? ;D 
Questo post è particolare, con questo mignon ho partecipato al contest organizzato da Luca Montersino nel suo fan club su fb, chiaramente non mi sono neanche classificata, ;D ma non era questo l’importante per me, era importante misurarmi con me stessa se ero in grado di potermi cimentare, ebbene l’ho fatto ho partecipato e personalmente sono soddisfatta. Il mignon l’ho chiamato fiore di mamma perché l’ho realizzato il giorno del compleanno della mia mamma.
fiore di mamma
Fiore di mamma
Per i bignè
185 g di acqua
165 g di burro
175 g di farina 00
25 g di latte
270 g di uova
un pizzico di sale
In una casseruola capiente inserire l’acqua, il sale e il burro tagliato a pezzetti regolari e portare a bollore l’acqua, facendo attenzione a non farla bollire troppo altrimenti questa evaporerà sbilanciando la ricetta; a questo punto buttare nella pentola la farina tutta d’un colpo e girare velocemente, quando il composto si stacca ben bene dalle pareti della pentola trasferire il composto nella ciotola della planetaria. Azionate la planetaria alla velocità 1 con la foglia e versare il latte, dopo un minuto cominciare a versare le uova una alla volta facendo assorbire bene la precedente prima di inserire l’altra. Il composto alla fine deve avere la consistenza di una crema pasticciera cotta. 
Nel frattempo accendere il forno in modalità statico a 200°.
Trasferire il composto in una sacca da pasticcere senza beccuccio.
Imburrare leggermente una teglia eliminando l’eccesso di burro con un foglio di carta.
Prendere la sacca da pasticcere e cominciare a creare il bignè procedendo in questo modo: fare cinque mucchietti di pasta della grandezza di un cece e accostarli tra di loro creando un fiore, i mucchietti non si devono sovrapporre ma si devono solo sfiorare. Al centro rimarrà un buco in cui metterci una piccola puntina di pasta. Procedere così fino ad esaurimento della pasta. Il risultato finale della grandezza è quella del classico bignè.
_____
Per la creme pasticciera al pistacchio
160 g di latte 
40 g di panna
60 g di tuorli
60 g di zucchero
7 g di amido di mais 
7 g di amido di riso
1/2 bacca di vaniglia
20 g di pasta di pistacchio
Mettere a scaldare in una pentola il latte e la panna portandoli quasi a bollore.
Nel frattempo in planetaria montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’interno della bacca di vaniglia e alla fine i due amidi.
Raggiunto il bollore del latte con la panna unire la montata di uova e girare velocemente con una frusta per dolci; ci vorrà un minutino per creare la crema. A questo punto aggiungere la pasta di pistacchio e mischiare bene.
_____
Per la crema chibouste 
250 g di crema pasticciera
4 g di colla di pesce
1/2 bacca di vaniglia
150 g di zucchero
30 g di acqua
90 g di albumi
Mettere ad ammollare la colla di pesce in acqua fredda; per essere usata deve aumentare il suo peso di 5 volte. Una volta pronta la colla di pesce scaldare parte della crema pasticciera e farvi sciogliere dentro la colla di pesce, aggiungere i semini di vaniglia, poi unire al resto della crema e mischiare per bene; mettere da parte. 
In un pentolino mettere l’acqua con 100 g di zucchero e cuocere fino a 121°. Nel frattempo fate sbianchire gli albumi con i restanti 50 g di zucchero; versare lo zucchero cotto sugli albumi facendolo scivolare sul bordo della ciotola della planetaria. Far montare fino a quando gli albumi sono tiepidi.
Unire la creme pasticciera agli albumi montati. Inserire la crema chibouste in una tasca da pasticcere.
_____
Per la decorazione
Granella di pistacchio
Lamponi
Assemblaggio del dolce
Per l’assemblaggio del dolcetto si possono seguire 2 soluzioni.
1. Fare uno spuntone di crema chibouste al pistacchio e decorare con granella di pistacchi e un lampone.
2. Adagiare il lampone sul fiore  di bignè e poi coprire con la crema chibouste e decorare con granella di pistacchio.
fiore di mamma 2

Le focaccine di Nuccio

Focaccine di Nuccio4
Questo post nasce all’improvviso, in programma cè n’era un altro, ma che faccio slittare con grande piacere. E’ un post che oserei definire mania, si simpaticamente l’ho definita la Nucciofocaccinamania che non è altro che l’esplodere in giro per i blog di queste fantastiche focaccine che sono di una morbidezza unica. Nuccio è un personaggio davvero speciale, un intenditore di lievitati, ma soprattutto del buon mangiare, si percepisce da quello che crea che è di una semplicità unica e disarmate, ma allo stesso tempo racchiude dentro tutto il buono che la sua bella regione racchiude dentro e regala a tutti noi, la Calabria. L’ho conosciuto su fb per caso e così naturalmente è nata una simpatia, del resto come si fa a non farla nascere è semplice e spontaneo nel suo interagire con le persone, questo a pelle mi piace tanto, m fa sentire aria di casa, ora però la finisco con le sviolinate se no poi sembra tutto artefatto e non voglio che traspari questo, perché non lo è.
La versione che ho fatto è quella di Martina, ma a detta di Nuccio che lui non dosa, e la sua arte sta proprio lì,la versione che si avvicina di più è quella di Federica, ma devo dire che confrontando tutte queste ricette, sono molto molto simili, differenziano di farine e idratazione, ma il risultato sono delle nuvolette. Proverò anche la versione di Enza e poi vedrò quale adottare ;D Le ha fatte anche Morena e anche la vulcanica Alessandra. Ritorno alle focaccine, appena intiepidite mio figlio mi chiede di poterle assaggiare e dopo un paio di morsi (lui le mangia nature), mi dice “mamma per colazione a scuola voglio per sempre queste” e ditemi voi se non son soddisfazioni queste!
Passiamo adesso alla ricetta. Ho solo adattato la farina.

Ingredienti:

500 g di farina 1 macinata a pietra
170 g di latte di soia
150 g di acqua
1 cucchiaino di zucchero (ho usato un cucchiaino di malto in polvere)
8 g di lievito si birra fresco (nè ho usato 4 g, il caldo lo permette)
30 g di strutto
10 g di sale
latte per spennellare le focaccine (oppure come fa lei, che è un’altro personaggino mica da ridere ;D,con uno spruzzino)
Focaccine di Nuccio
Focaccine di Nuccio1
Preparazione:
Versare la farina nella ciotola della planetaria. Unire il latte di soia, l’acqua, lo zucchero e il lievito sbriciolato, non c’è bisogno di scioglierlo nell’acqua tanto il lievito si sciogle ugualmente nell’impasto durante il lavoro dell’impastatrice, poi ci sono alcune scuole di pensiero che il lievito sciolto nell’acqua o nel latte “anneghi”.
Quando l’impasto sarà bello formato, aggiungere il sale e poco dopo lo strutto e lasciare incordare l’impasto. Una volta spenta l’impastatrice, prendere l’impasto e lavorarlo velocemente a mano e  metterlo a lievitare in una ciotola fino al raddoppio. Una volta lievitato fate scendere l’impasto sulla spianatoia e già a questo punto vi accorgerete della morbidezza dell’impasto. toccarlo per me è stata quasi un’esperienza mistica. A questo punto dividete l’impasto  in pezzi da 100 g (la prossima volta proverò anche da 50 g per la merenda dei bimbi) e formare delle palline e lasciatele riposare una decina di minuti, altrimenti la loro elasticità non permetterà di schiacciarle per bene per formare le focaccine. Trascorso tale tempo schiacciare le palline con il palmo della mano, devono raggiungere un diametro di circa 8/10 cm. Adagiare le focaccine su una teglia con carta da forno e coprirle con della pellicola e farle lievitare fino a raddoppio. 
Accendere il forno a 200°.  Spennellare o spruzzare le focaccine con del latte e infornare per circa 15 min, ma regolarsi asseconda del proprio forno. Appena cotte, sfornare e mettere a raffreddare su una gratella.
Focaccine di Nuccio2
P.s
Adesso viene il bello. Quel bricconcello di Nuccio, proprio ieri ha svelato il segreto per le fossette perfette alle focaccine. Le biglie, si proprio le biglie, quelle magnetiche dei giochi dei bambini, si lasciando quelle sopra vengono delle fossette perfette. Dite poi che non è un diavolaccio ;D
Focaccine di Nuccio3
Ciao a tutti, a presto